Vando Borghi, insegna Sociologia all’Università di Bologna, svolge le sue ricerche su terreni empirici differenti, riconducibili ad un interesse di fondo per le “basi sociali della democrazia”. Ha curato recentemente Workers and the Global Informal Economy. Interdisciplinary perspectives (2016, con Supriya Routh).

Scienze sociali e capacità critiche. Una pista di lavoro sulle fondamenta sociali dell’economia

Vando Borghi, dopo aver sinteticamente ricostruito le modalità attraverso cui il progetto neo-liberista è andato radicandosi negli ultimi decenni, concentra la propria attenzione sulle potenzialità, ai fini di un cambiamento di marcia, dell’approccio centrato sull’“economia fondamentale” e si sofferma sulle due principali coordinate di questo approccio: la centralità delle dotazioni e dei servizi che costituiscono l’infrastruttura economica della vita quotidiana di tutti i cittadini e l’ancoraggio territoriale.