Francesco Maiorano, urbanista, per Taranto ha lavorato sulla valutazione intermedia del programma Urban2 con Cles; nel 2014 ha redatto il rapporto sul disagio socio abitativo, nell’ambito del progetto ConVis_abitare sostenibile finanziato dalla Fondazione con il Sud, di recente ha elaborato un rapporto sullo stato del verde urbano.

Ripensare Taranto: dal buio di Sentieri ai nuovi bagliori di luce

Francesco Maiorano riflette sulla situazione di Taranto ricordando che da anni si scontrano, senza possibilità di conciliazione, la vita della fabbrica e la condizione sociosanitaria della città. Maiorano sostiene che un modello di sviluppo sostenibile e accettabile, aperto a nuove figure lavorative e nuove professioni, è possibile a condizione che gli attori sociali condividano un’idea complessiva di città, recuperando il rapporto con il mare, valorizzando l’artigianato e le risorse culturali, potenziando il terziario avanzato, senza trascurare la nuova manifattura digitale.

La Piana degli Oliveti Monumentali di Puglia: una storia da “reinventare”

Federico Ciraci, Francesco Maiorano, Marco Masari e Flavia Rosano danno conto dello sviluppo nella Piana degli Oliveti monumentali di Puglia. Dopo aver ricordato che nella Piana sono ancora visibili gli olivi, i manufatti umani e le attrezzature di lavoro dell’epoca dei Romani e che l’olio oggi è ottenuto in buona parte dagli stessi alberi di olivo da cui hanno tratto reddito molte generazioni, gli autori sottolineano come, anche per effetto delle direttive europee, l’attività economica si è diversificata verso l’ospitalità turistica, valorizzando con cura il paesaggio agrario e rafforzando i legami identitari.