Fabio Calé si occupa di estetica della politica e memoria della sinistra italiana. Autore di Popolo in Festa. 60 anni di Feste de l’Unità (Donzelli 2011), ha lavorato come ghostwriter, analista politico, organizzatore di eventi culturali. Quando gli riesce, scrive.

Io c’ero

Fabio Calè, mentre Bologna assiste alla nascita delle Sardine, trascorre 4 ore con i militanti leghisti accorsi al PalaDozza per acclamare Matteo Salvini e la candidata leghista alla presidenza della Regine, Borgonzoni, ansiosi di scrivere una pagina di storia della politica italiana. La cronaca fedele e lievemente allucinata del rito politico leghista permette di compiere una fugace immersione nella cultura della destra sovranista, così come essa si autorappresenta dinanzi ai suoi adepti.