Antonio Montefusco insegna Filologia della Letteratura latina medievale all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si è occupato di storia e cultura religiosa del medioevo, di Dante e di storia intellettuale. Attualmente dirige un progetto europeo sul plurilinguismo nella Toscana prima dell’Umanesimo. Collabora a blog (OperaViva) e fa parte del comitato redazionale della collana “Fonda-menti”, Ediesse.

«La buona battaglia per migliorare le condizioni linguistiche e non solo linguistiche dell’Italia.» In ricordo di Tullio De Mauro

Antonio Montefusco traccia un ricordo di Tullio De Mauro. Dopo avere affermato che De Mauro è stato il principale linguista italiano della seconda metà del XX secolo, Montefusco offre un ritratto della sua opera e della sua figura intellettuale. Montefusco sottolinea che De Mauro ha prestato particolare attenzione alle disuguaglianze linguistiche e ha dedicato grandi energie al problema dell’analfabetismo, della scuola, e recentemente, del life-long learning. Questo impegno, conclude Montefusco, è senz’altro uno dei suo lasciti più vitali.