Nella sezione dedicata ai Focus pubblichiamo interventi diretti a presentare in modo rigoroso ma non specialistico ciò che occorre conoscere per formarsi un’opinione informata su temi largamente dibattuti ma raramente conosciuti nei loro aspetti più importanti.

Per contrastare la disuguaglianza servono protezione sociale e servizi pubblici universali. Note sul Rapporto Oxfam 2019

Eleonora Desiata esamina il rapporto Oxfam 2019 sulla disuguaglianza nel mondo. Dopo aver illustrato il quadro generale che emerge dal documento, in particolare i trend globali verso una tassazione sempre meno progressiva, una crescente concentrazione della ricchezza e un forte impatto della disuguaglianza economica sulle disparità di genere, l’autrice si sofferma sugli strumenti di policy individuati da Oxfam per contrastare tali dinamiche, mettendone in luce punti di forza e criticità.

“Affrontare le disuguaglianze”. Analisi e proposte politiche in una conferenza organizzata dalla Commissione Europea

Frateblù dà conto di una recente Conferenza presso la Commissione Europea sulla misurazione delle disuguaglianze e sugli interventi per contrastarle. Dopo aver riassunto i contenuti della Conferenza e aver ricordato che il suo scopo era fornire alla Commissione elementi per dotarsi di una strategia complessiva di contrasto alle disuguaglianze, Frateblù sottolinea che al termine si è prefigurato che la Commissione promuova politiche di coordinamento fiscale e politiche predistributive.

Disuguaglianza e …. democrazia

L’articolo è dedicato a una breve riflessione sui rapporti tra disuguaglianza economica e democrazia. Dopo aver indicato alcuni dei canali attraverso i quali la concentrazione dei redditi e della ricchezza al top può portare a distorsioni nelle competizioni elettorali e, ancora di più, nelle concrete decisioni politiche, l’articolo richiama alcuni lavori che mostrano quanto rilevante sia, già oggi, il problema e invita a non sottovalutare i rischi che la democrazia corre a causa delle forti disuguaglianze.

Diseguaglianze e……ambiente

I problemi ambientali, soprattutto quelli globali, sono in vari modi legati alla disuguaglianza. L’articolo dà conto di numerosi studi empirici che individuano una relazione negativa tra disuguaglianza nei redditi e emissioni di CO2, soffermandosi sulla decisiva importanza che sembra la quota di reddito appropriata dal 10% più ricco. Gli stili dei vita dei molto ricchi e l’impatto che in vario modo essi possono avere sulle decisioni riguardanti le politiche ambientali sono in grado di spiegare questo effetto.

Disuguaglianza e….uguali opportunità

L’articolo riflette sul rapporto tra disuguaglianza nei redditi e eguaglianza delle opportunità e in particolare sulla tesi secondo cui bisognerebbe limitarsi a livellare le opportunità, senza intervenire sulle disuguaglianze che si creano nei mercati. L’articolo sostiene, al contrario, che l’effettiva eguaglianza di opportunità dipende dalle caratteristiche degli individui che i mercati premiano, cosicché, per realizzarla, occorre intervenire dove le disuguaglianze si formano, cioè nei mercati.

Aziende e lavoratori in rete: utilizzo e prospettive del contratto tra imprese

Eleonora Maglia si occupa del contratto di rete tra imprese, uno strumento di spinta alla collaborazione organizzativa, ad un decennio dalla sua introduzione in Italia. Dopo aver illustrate le caratteristiche del contratto e le aspettative in esso risposte, Maglia ne esamina, sulla base dei dati disponibili, gli utilizzi effettivi e i risultati raggiunti in termini di performance aziendali e protezione della forza lavoro. Infine, Maglia valuta le prospettive del contratto di rete e le condizioni per un suo efficace utilizzo futuro.

Recessione, Domanda e Consumi: una riflessione

Giacomo Rella e Giovanna Scarchilli forniscono una chiave di lettura alternativa della recente recessione focalizzando l’attenzione sulla condizione economica dei consumatori, in un contesto di elevate disuguaglianze economiche. In particolare, Rella e Scarchilli confrontano i cambiamenti intervenuti nella quantità e nella composizione della spesa delle diverse classi di reddito e rilevano – al di sotto di dati aggregati – una riduzione del consumo da parte di coloro che hanno sperimentato una decrescita del reddito disponibile negli ultimi anni.

(Un)Fair progress? Di ascensori sociali rotti e opportunità diseguali

Eleonora Romano sintetizza e esamina criticamente l’analisi della trasmissione intergenerazionale della disuguaglianza nei redditi a livello mondiale contenuta in un recente rapporto della Banca mondiale un recente Rapporto della Banca Mondiale. Romano si sofferma in particolare sulle connessioni tra immobilità intergenerazionale e disuguaglianza delle opportunità, illustrando i principali dati contenuti nel Rapporto e proponendo alcune riflessioni sulle conseguenze negative che tali fenomeni possono produrre.

Quali Regioni si fanno carico dell’onere del debito pubblico italiano? Quasi tutte…

Veronica Polin e Francesca Tartamella si occupano del debito pubblico da un punto di vista inusuale: il suo impatto redistributivo a livello regionale, che dipende dai titoli sottoscritti e dal contributo al pagamento dei relativi interessi da parte di ciascuna regione. Le due autrici mostrano che tutte le regioni contribuiscono al pagamento degli interessi e anche che tale pagamento eccede i benefici derivanti dal possesso dei titoli di Stato in molte di esse, principalmente a Sud e al Centro del paese.

Gli alunni con disabilità nella scuola italiana: la lunga strada verso l’inclusione

Sara Corradini, Claudia Di Priamo e Lucia Martinez esaminano il grado di inclusione degli alunni con disabilità nel sistema scolastico italiano, utilizzando un’indagine annuale dell’Istat che delinea un quadro, seppure incompleto, di questo complesso fenomeno. Le autrici richiamano alcuni punti critici del nostro sistema scolastico e osservano che l’Italia, dal punto di vista normativo, sembra essere all’avanguardia nell’inclusione scolastica ma è ben lontana dall’aver realizzato l’inclusione dell’alunno con disabilità nella vita scolastica.