L’efficienza della spesa pubblica: un obiettivo monco se sganciato dai valori

Elena Granaglia, mette in discussione, anche ricorrendo a diversi esempi, la diffusa idea secondo cui l’efficienza della spesa pubblica richiede di minimizzarne i costi. Granaglia riconosce che l’efficienza non è compatibile con gli sprechi, ma sostiene che per stabilire cosa sia spreco occorre guardare non solo ai costi ma anche ai fini che si perseguono con la produzione: i mezzi servono ai fini. Pertanto, l’efficienza della spesa pubblica è una questione valoriale, connessa alla visione di intervento pubblico che si vuole realizzare.

La riforma infinita degli ammortizzatori sociali: premesse e promesse del Jobs Act

Stefano Giubboni analizza le prospettive del (nuovo) percorso di riforma degli ammortizzatori sociali prefigurato dal Jobs Act. Dopo aver ricordato i limiti della riforma Fornero, Giubboni sottolinea che il Jobs Act mira, da un lato, a perfezionare lo strumentario già introdotto con quella riforma e, dall’altro, a superarne i maggiori limiti. La parte più problematica riguarda questo secondo obiettivo, che impone di misurarsi con la tutela contro la disoccupazione involontaria e con il coordinamento di ammortizzatori sociali e politiche attive del lavoro.