Patrizio Gonnella è ricercatore all’Università Roma Tre, dove insegna sociologia del diritto. E’ altresì presidente dell’associazione Antigone che si occupa di diritti e garanzie nel sistema penale. E’ editorialista del quotidiano Il Manifesto e cura da anni la trasmissione radiofonica ‘Jailhouse Rock’. La sua ultima pubblicazione è ‘La riforma dell’ordinamento penitenziario’ (Giappichelli, 2019).

Più immigrati, più crimini (efferati). Falso!

Patrizio Gonnella sostiene che un’Europa, chiusa in se stessa e afflitta da una pericolosa tendenza identitaria, ha favorito una declinazione della questione migratoria in termini di sicurezza pubblica, con accostamenti avventati e ingiustificati al tema della criminalità. Con riferimento a quest’ultima, Gonnella richiama dati statistici e analisi criminologiche dai quali emerge che non vi è correlazione tra i flussi di migranti in arrivo e i tassi di detenzione, soprattutto per i crimini più efferati.