Pasquale Sandulli, già professore ordinario di diritto del lavoro della Sapienza Univ. Roma, è stato socio fondatore nel 1969 dell'Istituto Europeo di Sicurezza Sociale - con sede centrale in Lovanio - e poi Presidente (ora onorario) della sezione italiana; socio e già componente del Consiglio direttivo (1992-2000) dell'Associazione Italiana di diritto del Lavoro e della Sicurezza sociale, di cui è stato Segretario nel triennio 1992-1994. Componente del Comitato Direttivo "Rivista del Diritto della Sicurezza Sociale".

Legittimazione ad agire del fondo pensione, fra interpretazione adeguatrice ed inerzia legislativa (Corte cost. n. 154/21)

Pasquale Sandulli commenta la sentenza n. 154/21 della Corte Costituzionale sulla legittimazione ad agire del Fondo Pensione in caso di omissione del versamento dei contributi da parte del datore di lavoro. Sandulli si soffferma su due tra i numerosi profili di inammissibilità della questione e sostiene che il quadro in cui collocare le indicazioni della Corte è il rischio di evanescenza del sistema di Welfare conseguente all’attribuzione ai Fondi pensione della titolarità di situazioni giuridiche deprivate della loro effettiva realizzabilità.