Massimo De Minicis è ricercatore presso l’ISFOL (Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori), dove si occupa attualmente di analisi e monitoraggio dei servizi al lavoro e dell’iniziativa comunitaria Garanzia Giovani. E’ autore di pubblicazioni sui temi indicati.

Precari e Capitale

Massimo De Minicis riflette sulla natura del lavoro nell’epoca delle piattaforme digitali e sulla sua difficile classificazione come lavoro autonomo o subordinato. Riprendendo alcune antiche suggestioni di Alain Supiot e Mario Tronti, De Minicis sostiene che la differenza tra le due tipologie di lavoro consiste più che nella presenza di forme di eterodirezione nell’esecuzione della mansione nelle caratteristiche delle cooperazione produttiva del lavoratore in un’organizzazione collettiva del lavoro (Labour platform) concepita da altri e per altri.

“Garanzia Giovani” e modelli di governance.L’innovazione frammentata

Tiziana Canal e Massimo De Minicis si occupano di politiche per l’occupazione giovanile. Dopo avere illustrato le caratteristiche del piano Europeo “Garanzia Giovani” ne analizzano le modalità di attuazione, valutandole in particolare per le loro ricadute sul sistema dei servizi al lavoro. Tenendo conto delle risorse destinate alle diverse attività previste dal piano, in particolare accompagnamento al lavoro, da un lato, e tirocinio e formazione, dall’altro, collocano le varie regioni in diversi cluster

Le caratteristiche dell’Assegno di Ricollocazione e le condizioni per una sua efficace applicazione

Massimo De Minicis si occupa dell’Assegno di Ricollocazione dei disoccupati introdotto con il decreto legislativo 150 dello scorso anno. De Minicis ne illustra le caratteristiche, in particolare per quello che riguarda, da un lato, la libertà di utilizzo dell’Assegno da parte dei beneficiari presso i Centri per l’Impiego o presso le strutture private e, dall’altro, la possibilità di soluzioni regionali diversificate e poi si sofferma sulle loro implicazioni per una nuova organizzazione e funzionalità dei Centri per l’Impiego

La deregolamentazione del lavoro e l’indebitamento privato in Europa: una correlazione “sospetta”

Massimo De Minicis richiama l’attenzione su una possibile causa della crescita dell’indebitamento privato nei paesi dell’Ue: la precarietà del lavoro. Al riguardo De Minicis esamina l’andamento dell’indice della protezione dell’occupazione, della quota di lavoratori temporanei e della qualità delle transizioni contrattuali e osserva che nei paesi dove i dati sono peggiori sotto questi aspetti l’indebitamento privato sembra essere cresciuto di più in rapporto al PIL. De Minicis conclude auspicando studi più approfonditi per verificare questa ipotesi.