Esperta di sistemi di sicurezza sociale e mercato del lavoro, lavora all'Istat nella direzione centrale per gli studi e la valorizzazione tematica nell'area delle statistiche sociali e demografiche. È stata dirigente nell’Ufficio studi Inps ed economista ISAE sui temi di lavoro e pensioni.

Pensionamento flessibile e sostenibile tra finanza pubblica, efficienza e benessere

Maria Cozzolino e Fernando Di Nicola intervengono sull’esigenza di garantire un pensionamento flessibile che assicuri efficienza economica e benessere. Dopo aver richiamato i diversi profili di costo del calcolo contributivo-attuariale e retributivo delle pensioni, gli autori propongono un deciso ampliamento della scelta dell’età di pensionamento sulla base di un calcolo contributivo, che nel complesso ridurrebbe il debito pensionistico implicito e comporterebbe nei primi anni maggiori costi di cassa modesti e sostenibili, pienamente compensati negli anni successivi.