Giorgio Resta insegna Sistemi giuridici comparati presso l’Università di Roma3 ed è stato Visiting professor presso numerose Università straniere. Membro dell’Académie Internationale de Droit Comparé e socio fondatore dell’Accademia Italiana del Codice di Internet, è autore di molteplici pubblicazioni in tema di proprietà, nuove tecnologie e diritti fondamentali.

Il caso USA v. Apple e il dilemma dei diritti nella società della sorveglianza

Giorgio Resta si occupa della controversia nata con l’ordine imposto ad Apple da una corte federale statunitense di predisporre un software per ‘decriptare’ i contenuti dell’iPhone di uno degli autori della strage di San Bernardino. Resta, dopo aver ricostruito la vicenda, che si può considerare un “caso” difficile, richiama le principali basi normative a sostegno delle diverse posizioni e approfondisce le questioni giuridiche sottese alla controversia, ragionando sulle possibili implicazioni del modello della ‘decriptazione coattiva’.