Gabriella Traviglia consegue una laurea magistrale in economia e gestione delle arti e delle attività culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. Successivamente inizia un apprendistato di ricerca presso il DVRI-Distretto Veneziano Ricerca e Innovazione, focalizzato sulle Digital Humanities. Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione per diversi centri di ricerca ed enti di formazione, con un focus di ricerca sulle potenzialità delle nuove tecnologie. Ha collaborato nell'organizzazione di mostre e workshop. É membro under 35 dell'AICI-Associazione Istituzioni Culturali Italiane.

Immaginare oltre la normalità, tra cultura, educazione e digitale

Gabriella Traviglia, dopo aver richiamato il quadro normativo sulle relazioni tra scuola e istituzioni culturali, sostiene che l’emergenza COVID spinge a immaginare pratiche dell’agire volte a creare un’alleanza concreta tra digitale, cultura ed educazione e che appropriarsi degli spazi fisici, facendo ad esempio scuola al museo, nonché degli spazi virtuali, sviluppando progetti digitali basati sulla cooperazione con istituzioni culturali, renderebbe i giovani consapevoli di quanto sia importante riappropriarsi della titolarità partecipata dell’eredità culturale.