Gabriele Palomba è dottorando presso l'Università di Roma La Sapienza, dove ha conseguito la laurea magistrale in Economia politica. Il suo oggetto di ricerca principale è la disuguaglianza dei redditi, con particolare riguardo ai top incomes nel mercato del lavoro.

Salari minimi e retribuzioni massime: ipotesi di pre-distribuzione

Gabriele Palomba analizza la proposta di fissare un tetto alle retribuzioni avanzata dal think tank inglese Autonomy. La proposta, riferita al Regno Unito, è corredata dal calcolo dell’impatto che si avrebbe sulla disuguaglianza ipotizzando livelli diversi per il tetto e assumendo che le conseguenti minori retribuzioni dei percettori dei redditi da lavoro più ricchi siano attribuite ai più poveri. Palomba presenta queste varie ipotesi e pone il problema della realizzabilità di una simile politica che ha comunque il pregio di richiamare l’attenzione sulla necessità di politiche pre-distributive.

Le misure di welfare previste dal DL Rilancio: un’analisi

Gabriele Palomba passa in rassegna le misure di sostegno al reddito per contrastare le conseguenze economiche della pandemia da Covid-19 introdotte dal Decreto “Rilancio”, che ha anche riconfermato, e in parte esteso, tutte le misure già previste dal precedente Decreto “Cura Italia”. Palomba sottolinea come si tratti di un decreto senza precedenti per l’entità delle risorse stanziate, ma formula anche alcuni rilievi critici sui contenuti e sulle tempistiche del Decreto.

Le misure di sostegno al reddito durante la pandemia dei principali paesi OCSE

Gabriele Palomba elenca le misure di sostegno al reddito messe in campo dai principali paesi Ue e Ocse per contrastare le conseguenze economiche della pandemia da Covid-19, soffermandosi in particolare sugli aspetti comuni alle politiche adottate da Italia, Germania, Francia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti Palomba valuta, quindi, se e quanto i diversi sistemi di welfare fossero pronti ad affrontare una crisi così profonda e repentina e richiama l’attenzione sulla ancora forte preponderanza di misure mirate al lavoro dipendente.

Il progetto Core Econ: spunti per una nuova didattica dell’economia

Massimo Aprea, Gabriele Palomba e Giovanna Scarchilli riflettono sulla relazione tra didattica dell’economia nei corsi universitari e teoria mainstream prendendo spunto da una discussione avvenuta presso la facoltà di Economia della Sapienza lo scorso 19 marzo in occasione della presentazione, da parte di Wendy Carlin, del progetto CORE-Economics for a changing worldche, per iniziativa di un ampio gruppo di economisti, intende innovare le modalità di insegnamento dell’economia.