Fabio Massimo Zanzotto è Professore Associato di Natural Language Processing all'Università di Roma "Tor Vergata" dopo essere stato docente di Intelligenza Artificiale all'Università di Milano-Bicocca. E' da circa 20 anni che si occupa di Intelligenze Artificiali che apprendono dai dati.

L’Intelligenza Artificiale: dal “grande furto” a una più giusta distribuzione dei profitti

Fabio Massimo Zanzotto esamina la complessa tensione tra i benefici dei sistemi basati sull’intelligenza artificiale e i possibili effetti dirompenti di tali sistemi sul mercato del lavoro. Dopo aver affermato che ogni sistema basato sull’intelligenza artificiale sfrutta conoscenza prodotta dalle persone, anche nella loro attività lavorativa, Zanzotto sostiene che i ricercatori in intelligenza artificiale dovrebbero realizzare sistemi che siano inerentemente in grado di permettere di ripagare la conoscenza che utilizzano, evitando che questa sia oggetto di “furto”.