Professore Associato di Politica Economica presso il Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’università di Napoli “Federico II” DISES e ricercatore affiliato allo CSEF (Centre for Studies in Economics and Finance). Attualmente in congedo, è dirigente presso la Direzione Centrale Studi e Ricerche dell’INPS dove coordina il VisitInps scholar program. Si occupa prevalentemente di temi di finanza pubblica ed economia del lavoro.

Valutare le riforme con la felicità

Vincenzo Carrieri e Edoardo Di Porto prendono spunto da una dichiarazione del Ministro Di Maio secondo cui la felicità dovrebbe essere il criterio più importante per la valutazione delle politiche pubbliche e, sintetizzando i principali risultati della happiness economics, si chiedono se l’attuazione di alcuni punti chiave del contratto di governo sia in grado di rendere effettivamente i cittadini più felici e se la valutazione delle riforme possa basarsi esclusivamente sugli indicatori di benessere soggettivo e non anche su quelli economici più tradizionali.