Cristiano Codagnone è Professor Titular nel Dipartimento di Media e Comunicazione della Universitat Oberta de Catalunya (UOC) e Ricercatore nel dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell’Università degli Studi di Milano. Tra il luglio 2014 e il dicembre 2015 è stato Visiting Senior Research Fellow at the Media and Communication Department of London School of Economics and Political Science (LSE). Dal 2012 ha diretto per la Commissione Europea diversi studi sperimentali per testare da una prospettiva comportamentale varie opzioni di ‘policy’ per la protezione dei consumatori. Inoltre, ha lavorato come funzionario delle Nazioni Unite (2003-2004) e della Commissione Europea, presso il CCR (2009-2011; 2015-2016) dove ha svolto ricerche sulla ‘sharing economy’.

Passione o interessi? Retoriche ed evidenze sulla ‘sharing economy’

Cristiano Codagnone mostra come sui costi e i benefici delle piattaforme della ‘sharing economy’ si confrontino discorsi retorici contrapposti e presenta le evidenze empiriche di cui disponiamo al riguardo, basandosi su un lavoro di ampio respiro condotto tra il 2015 e il 2016 per la Commissione Europea e diretto a fornire elementi per stabilire se e come regolamentare queste piattaforme. Codagnone sottolinea l’insufficienza di tali evidenze e considera paradossale che in democrazie liberali fondate sull’economia di mercato queste piattaforme operino in una zona grigia tra la legalità e l’illegalità.

I problemi pratici ed etici delle spintarelle

Francesco Bogliacino, Cristiano Codagnone e Giuseppe A. Veltri discutono dei nudge (spintarelle), un recente approccio di politica economica che mira non ad alterare formalmente l’insieme delle opzioni a disposizione degli individui ma a modificare il contesto nel quale vengono prese le decisioni in modo da limitare il rischio di decisioni dannose per chi le assume e per la collettività. Gli autori esaminano in particolare gli aspetti di natura etica connessi all’utilizzo dei nudge e alcuni problemi che sorgono nella loro pratica applicazione.