Antonio Di Stasi è professore ordinario di Diritto del lavoro presso l’Università Politecnica delle Marche. E’ autore delle monografie: Il potere sindacale nell’ordinamento (debole) del lavoro (Giappichelli 2012); Ammortizzatori sociali e solidarietà post industriale (Giappichelli, 2020). Ha curato: Tecniche ed ideologie nelle riforme del Diritto del lavoro (Torino, 2018); il suo Manuale di Diritto del lavoro e della previdenza sociale edito per la Giuffré è giunto nel 2020 alla XIV edizione.

Le (false) promesse delle politiche attive del lavoro

Antonio Di Stasi ricorda la promessa non mantenuta dello scambio tra riduzione delle tutele nel rapporto di lavoro e aumento della protezione nel “mercato del lavoro” e ripercorre gli ultimi e molto poco incisivi interventi di politica attiva del lavoro. Di Stasi contesta anche la tesi secondo cui le politiche del lavoro che si fondano sugli sgravi contributivi o fiscali possano aumentare i posti di lavoro e individua nello sviluppo del contratto di apprendistato (di alta formazione) uno strumento per aumentare la competitività e l’occupazione.