Alessandro Pillitu è un Avvocato del Foro di Roma, esperto di diritto penale ed assicurativo. Dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza, presso l'Università di Roma Tre, ha ottenuto l'abilitazione all'esercizio della professione nel 2008. La curiosità verso le nuove discipline lo ha portato ad ottenere, nel 2018, il titolo di privacy expert a seguito della frequentazione di un apposito Master. Oltre a ciò ha più volte pubblicato articoli relativi alla materia penale sulle riviste del gruppo "Il Sole 24 ore".

“Follow the Data”. Uno sguardo europeo allo scontro sino-americano sul controllo dei dati personali

Alessandro Pillitu ragiona sul tema del controllo dei dati personali da parte di imprese di altri paesi prendendo spunto dai due ordini esecutivi con cui l’Amministrazione Trump, sostenendo che sono controllate dal Partito Comunista Cinese, ha messo in pericolo la continuazione delle attività delle società proprietarie delle app “tik-tok” e “wechat”. Pillitu ritiene che le preoccupazioni del Governo americano siano fondate, così come lo erano quelle della Corte di Giustizia Europea nella sentenza Schrems 2 riguardante “Facebook”.

La sentenza “Schrems 2” e la coazione a ripetere. Esigenze economiche e diritti fondamentali nel trasferimento di dati personali fra Unione Europea e Stati Uniti

Alessandro Pillittu analizza, alla luce di una recente sentenza della Corte di Giustizia Europea, il riaccendersi del conflitto legale tra Unione Europea e Stati Uniti per quanto riguarda il trasferimento e la tutela dei dati personali. La Corte ha giudicato non sufficiente la tutela offerta dal sistema giuridico statunitense imponendo un nuovo negoziato fra le parti ed aprendo la strada a sviluppi che potrebbero avere rilevanti ricadute economiche e geopolitiche.

“Guai a te se esci”: le sanzioni per la violazione delle misure sulla permanenza domiciliare in Italia, Spagna, Germania ed Inghilterra

Alessandro Pillitu esamina, per sommi capi, l’evolversi della disciplina sanzionatoria delle violazioni della misura di contenimento della permanenza domiciliare, per contrastare la diffusione del virus Covid-19. Pillitu evidenzia, in particolare, come nel nostro Paese, la condizione di “contagiato”, o meno, del trasgressore, determini differenti tipologie di punizioni. Inoltre, in un’ottica comparatistica, offre un sintetico quadro delle misure adottate da Spagna, Germania ed Inghilterra.